GIORNO DELLA MEMORIA

26/01/2013

Bari, Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi - Ruvo di Puglia, Sala consiliare del Comune

____

Il 27 gennaio 2013 si celebra il “Giorno della Memoria”.

Molti Stati hanno istituito un “Giorno della Memoria”: l’Italia, con legge 20 luglio 2000, n. 211, lo ha fissato al 27 gennaio, giorno in cui, nel 1945, furono abbattuti i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz. Per l'occasione sono organizzati incontri, cerimonie e momenti comuni di rievocazione dei fatti e di riflessione (in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado) su quanto accadde nei campi di concentramento nazisti, al fine di conservare viva la memoria di quel periodo della storia europea e del nostro Paese e perché sia scongiurato per sempre il ripetersi di simili tragedie continua a leggere

Sabato 26 gennaio 2013, alle ore 9.00, nell’Auditorium della Biblioteca Nazionale di Bari, l’Archivio di Stato di Bari, la Biblioteca Nazionale di Bari, l’Istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea e il Liceo delle Scienze Sociali e Linguistico “G. Bianchi Dottula” di Bari organizzano un laboratorio didattico sul tema “Leggi razziali, deportazione e campi di concentramento. Vittime pugliesi” rivolto al mondo della scuola.

Interverranno:  Eugenia Vantaggiato (direttore dell’Archivio di Stato di Bari e della Biblioteca Nazionale di Bari), Anna Maria Amoruso (dirigente scolastico del Liceo delle Scienze Sociali e Linguistico “G. Bianchi Dottula” di Bari), Cristina Vitulli e  Vito Antonio Leuzzi (Istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea), Mariolina Pansini (Archivio di Stato di Bari),  Adelchi Cavallaro (Biblioteca Nazionale di Bari)).

Saranno illustrati, dopo un inquadramento delle tematiche della persecuzione razziale italiana nel panorama europeo, documenti significativi conservati dall’Archivio di Stato di Bari, provenienti dai fondi archivistici della Prefettura di Bari (archivio di Gabinetto) e della Questura di Bari (documentazione sulla campagna razziale, proveniente dall’archivio di Gabinetto), che seguono un percorso storico e istituzionale.

Si tratta delle disposizioni normative e delle circolari per l’attuazione della politica razziale, di giornali e riviste con la propaganda razziale, nonché di documenti esemplificativi dell’esclusione degli ebrei dalla vita politica, sociale ed economica; di disposizioni sull’internamento degli ebrei e sui campi pugliesi, tra i quali quello di Gioia del Colle e di Alberobello.

In particolare per il tema dei campi di sterminio nazisti sono stati selezionati e saranno presentati i fascicoli di due pugliesi, Filippo D’Agostino e Alfredo Violante, conservati nelle carte della Questura di Bari (serie Schedario politico provinciale).

Di supporto alla documentazione sono stati selezionati e saranno presentati alcuni volumi conservati presso la Biblioteca Nazionale di Bari riguardanti le vicende della deportazione e dello sterminio.


Mercoledì 30 gennaio 2013, nella Sala consiliare del Comune di Ruvo di Puglia, sarà presentato il volume pubblicato dall’Archivio di Stato di Bari e dall’Istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea, Leggi razziali in Puglia, a cura di Vito Antonio Leuzzi, Mariolina Pansini e Giulio Esposito, edito a Bari da Progedit nel 2008.

 

Info: Archivio di Stato di Bari
tel. 080-099311 as-ba@beniculturali.it
http://www.archiviodistatodibari.beniculturali.it
 
Info: Biblioteca Nazionale di Bari
tel. 080-2173111 bn-ba@beniculturali.it
CITTADELLA DELLA CULTURA
Via Pietro Oreste, 45 – BARI