Piano Strategico di sviluppo della fotografia in Italia (2018-2022)

17/05/2018

Italia

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, ha decretato la costituzione di una Cabina di regia per il “Piano Strategico di Sviluppo della fotografia in Italia” al fine di conservare, valorizzare e diffondere la fotografia in Italia come patrimonio storico e linguaggio contemporaneo, strumento di memoria, di espressione e comprensione del reale, utile all’inclusione e all’accrescimento di una sensibilità critica autonoma da parte dei cittadini.

Il Piano strategico di sviluppo della fotografia si basa su un metodo aperto e partecipato e  nel ridisegnare la programmazione di settore propone alcuni chiari orientamenti e un quadro di riferimento le cui linee strategiche riguardano tre ambiti:
 Patrimonio: raccolte, archivi, collezioni;
 Creazione contemporanea: committenze, sostegno alla produzione artistica, al potenziamento del sistema dell’offerta, alle attività di valorizzazione e ai processi di internazionalizzazione;
 Educazione e formazione: educazione all’immagine nelle scuole dell’infanzia e di istruzione di primo e secondo grado, formazione universitaria e accademica, Borse di studio e di ricerca e residenze,
con azioni di breve, medio e lungo periodo e due tipologie di intervento attuabili dal Ministero: interventi diretti e di facilitazione.

Il Piano prevede, in un orizzonte temporale di cinque anni (2018-2022), di adattare l’intervento pubblico alle mutazioni tecniche ed economiche del settore e a determinare nuove opportunità per la fotografia italiana a livello nazionale e internazionale.

Per approfondimenti www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1525355716796_Piano_Strategico_di_Sviluppo_della_Fotografia_in_Italia-1.pdf